In una prospettiva ideale sarebbe opportuno proporre in ogni parrocchia una settimana completa di formazione sull’omosessualità (con seminari, tavole rotonde, testimonianze, occasioni di confronto, teatro e momenti di preghiera…) della durata di 8 giorni. Sognare si può…
 

 

GIORNO 1 – Omosessualità (dimensione personale):

– La scoperta della propria omosessualità (testimonianze): gioie e dolori. Conflitto interiore (percorso scolastico, amicizie, isolamento percepito…).

– Omosessualità: è un’identità? È innata o acquisita? Quale l’origine? Quando si manifesta?

– Definizione dei termini « sessualità » e soprattutto « omosessualità » (i 5 significati differenti del termine)

– Di che cosa è segno l’omosessualità? (legami non-causali tra omosessualità e abuso)

– Come si può sapere se si è davvero omosessuali? E se ciò fosse un’irrealtà?

– Il rapporto delle persone omosessuali con il loro corpo e la loro identità sessuata (travestimento, effeminatezza, virilità, complessi, gusti, sentimenti di diversità…)

– Si può cambiare orientamento sessuale? (accompagnamento psicoanalitico, innamoramento per una persona dell’altro sesso, matrimonio, paternità) (testimonianze) Omosessualità e psichiatria.

– Qual è il rapporto delle persone omosessuali con la differenza dei sessi? (misandria, misoginia, abusi, gelosia, rapporti conflittuali con i genitori)

– Contesti d’uso e spiegazione dell’acronimo LGBTQI.

– La bisessualità: esiste? (come ce la presentano socialmente; che cosa è davvero)

– La transidentità, l’intersessuazione: esistono? Quali consigli dare a una persona transgender e in certi casi transessuale?
 

GIORNO 2 – Omosessualità (dimensione familiare):

– Una persona vicina a me è omosessuale (il mio migliore amico, mio marito, mio figlio, mio nipote, mio zio, il ragazzo di cui mi sono innamorata): testimonianze

– L’omosessualità è il risultato di un’educazione? È frutto di familiarità? (incesto, gemelli, pedofilia, divorzio, aborto, mancanza d’amore…)

– È una malattia? È una moda?

– Bisogna fare coming out? E come? (testimonianze)

– Sono genitore e mio figlio mi dichiara la propria omosessualità: come reagire? Come accompagnare una persona omosessuale? (testimonianze)

– La propaganda attuale: demonizzazione dei « genitori di omosessuali » e sacralizzazione dei genitori gay friendly.

– Come parlare correttamente di omosessualità ai figli piccoli? Agli adolescenti?

– Questioni di coscienza in ambito familiare (mio figlio mi ricatta minacciando di suicidarsi, mi presenta il suo compagno e vuole invitarlo per le vacanze, m’invita al suo matrimonio; mia figlia lesbica è incinta; etc.)
 

GIORNO 3 – Omosessualità (dimensione amorosa – la « coppia »):

– La prima volta omosessuale: come l’ho vissuta? (Testimonianze)

– È Amore? (fragilità, infedeltà, ambiguità)?

– Ci sono coppie omosessuali che durano e sono felici? Si può parlare di « coppie »?

– La complessità delle « coppie » omosessuali (rapporti di forza dominazione/sottomissione, amicizia massacrata, complessità dell’amicizia sensuale o amorosa)

– Se non è amore, almeno ci assomiglia… (Testimonianze di esperienze amorose forti vissute in prima persona; testimonianze dell’incontro con Gesù, più forte rispetto alle stesse esperienze)

– Quali sono gli aspetti positivi della « coppia » omosessuale? Perché viene voglia di crederci? (le « buone » ragioni)

– Dov’è il male nella « coppia » omosessuale?

– Ci sono delle differenze tra le « coppie » omosessuali di donne e le « coppie » di uomini?

– Gli uomini sposati o le donne sposate che divorziano per vivere la loro omosessualità: casi sempre più numerosi.

– Questioni di coscienza con gli amici (esempio: incontro una « coppia » omosessuale che va d’accordo: cosa dire?; il mio migliore amico mi dice di essere gay: come reagire? Vedo che il mio amico omosessuale non è pienamente felice in coppia: cosa dirgli senza correre il rischio di perderlo?).
 

GIORNO 4 – Omosessualità (dimensione culturale, mediatica, artistica, associativa):

– Retrospettiva cronologica delle date più importanti della storia mondiale dell’omosessualità (fatti notevoli, leggi).

– I bei ricordi vissuti nella comunità omosessuale: il mondo associativo, politico, artistico, amicale, festivo (Testimonianze).

– Le serie e i film che parlano di questo tema: che immagine propongono di noi? (Estratti dei film); che interesse c’è nel guardarli?

– La ricchezza del simbolismo omosessuale (cfr. Dizionario dei Codici Omosessuali). Quali sono i punti in comune (in fatto di gusti, di vissuto) tra le persone omosessuali? Quali sono le canzoni, i film, le attività che ci piacciono? Perché?

– Perché un certo artista diventa icona gay?

-L’ambiente lesbico: una visione d’insieme.

– Il Gay Pride : è così orribile? (il caso particolare dei Gay Pride in America Latina).

 

GIORNO 5 – Omosessualità (dimensione legale, politica, internazionale):

– Esiste realmente una « lobby gay » infiltrata nei media, nel mondo dell’impresa, in politica? Fino a che punto vuole arrivare? Chi ne tiene le redini?

– Gli argomenti classici della propaganda pro-gay (diritti dell’Uomo, uguaglianza uomini/donne, rispetto, antifascismo, liberazione dall’oppressione, solidarietà, diversità, vittimizzazione).

– L’eterosessualità: la Bestia dell’Apocalisse (il diavolo camuffato nella differenza dei sessi; perché la Chiesa non ha mai difeso l’eterosessualità).

– Esplicazione dei legami tra omosessualità e Massoneria (definizione di Massoneria e alchimia).

– Omosessualità in Colombia : panoramica della situazione. Il successo crescente e incontrollabile della bisessualità tra i giovani. I due potenti schieramenti dei progressisti (supportati dalle femministe) e dei cattolici conservatori (supportati dai maschilisti) s’inaspriscono nella lotta, e i giovani abbandonano sempre di più la Chiesa perché non comprendono la sua posizione riguardo all’omosessualità.

– Che cos’è la teoria di Genere (ideologia del Gender)? Attraverso quali tramiti s’introduce nel nostro Paese? Come affrontarla?

– La gravità delle unioni civili e del « matrimonio gay »: perché sono delle leggi omofobe (anche se si presentano come « gay friendly »)? È un pretesto per parlare di procreazione medicalmente assistita e di utero in affitto?

– La promozione dell’omosessualità negli ambienti scolastici: una panoramica della situazione.

– Cosa ci aspetta per l’avvenire… (Omosessualità: segno della Fine del Mondo?)

 

GIORNO 6 – Omofobia :

– Perché è così difficile parlare di omosessualità?

– L’omofobia universalmente intesa (mito da sfatare, alibi isterico)

– L’omofobia per i cattolici (un insulto, una irrealtà)

– L’omofobia in verità: le violenze, i crimini, i suicidi, il turismo sessuale. I suoi meccanismi (il profilo psicologico dell’aggressore; dell’aggredito). Le sue radici. L’omofobia non è che un rifiuto?

– La violenza dell’ambiente omosessuale e della pratica omosessuale; i social network e i siti per incontri; la prostituzione gratuita; le tensioni nelle « coppie » ; i maltrattamenti contro i testimoni omosessuali pubblici; l’omofobia nello sport, in prigione o a scuola (testimonianze).

– L’omofobia tra persone omosessuali (testimonianze): l’odio per le personalità gay, la bifobia, la transfobia, la lesbofobia, il giovanilismo o al contrario l’odio per i giovani.

– L’omofobia insospettata dei gay friendly.

– Legami tra terrorismo e omosessualità.

– Legami tra dittature (integrismi religiosi) e omosessualità.

– I grandi dimenticati: le persone omosessuali bisessuali (le fantasie detestate), le persone omosessuali credenti, le persone omosessuali ad alta visibilità mediatica, le persone omosessuali con handicap o infettate dall’HIV (AIDS), le persone omosessuali esiliate, le persone omosessuali povere o senza fissa dimora, le persone omosessuali drogate.

 

GIORNO 7- Omosessualità (dimensione ecclesiale):

– Perché la Chiesa si oppone agli atti (e dunque alla formazione di coppie) omosessuali? Cosa dicono la Bibbia, il Catechismo e la Chiesa? Come può essere giustificato quell’« intrinsecamente disordinato »? Cosa manca ai paragrafi del Catechismo? È giusta la posizione di papa Francesco?

– Una persona omosessuale in stato di peccato mortale andrà all’inferno?

– L’omofobia dei ProVita. Come sono trattate le persone omosessuali, comprese quelle continenti, da cattolici, preti e cardinali? (Il paradosso dell’accompagnamento per le persone omosessuali in Colombia: attorniate sì da parecchie persone, ma senza essere ascoltate oppure tenute nascoste).

– Il sostegno insospettato dei cattolici ProVita al matrimonio gay (mentre credono di osteggiarlo).

– La tacita promozione dell’omosessualità nei media cosiddetti « cattolici », nei sistemi scolastici cosiddetti « cattolici ».

– Questioni di coscienza insolubili in parrocchia (il catechista o l’organista è omosessuale, il prete è omosessuale, la coppia omosessuale assiste alle messe, il capo scout è omosessuale, il seminarista è omosessuale, etc.).

– Quali sono le associazioni gay cristiane esistenti? Sono soddisfacenti (compresa Courage)? La Chiesa accoglie sufficientemente le persone omosessuali?

– L’omofobia tra i cattolici (sia tra gruppi progressisti che tra gruppi tradizionalisti) (testimonianze). Che cosa c’è che non va nei discorsi del padre James Martin ? Che cosa c’è che non va nei discorsi del cardinal Sarah ?

– I gruppi di terapia di conversione (ex-gay, terapie familiari, gruppi di restaurazione dell’identità): Dio può togliere l’omosessualità? Quali sono i risultati? (testimonianze)

– Posizione delle altre religioni in rapporto all’omosessualità: ebrei, mussulmani, protestanti.

– Gli argomenti che funzionano con le persone atee perché considerino la posizione della Chiesa sull’omosessualità (dare spiegazioni sull’omofobia; concentrarsi sulla retorica della differenza; chiarire il concetto di discriminazione; l’argomento migliore a disposizione sono le persone omosessuali continenti in carne e ossa).
 

GIORNO 8 – Omosessualità (dimensione santa):

– Omosessualità e santità: sono compatibili? (I rischi da prendere)

– Essere omosessuali e continenti espone all’essere detestati da 4 tipi di gruppi (i gay friendly; i cattolici progressisti; i cattolici indifferenti o paurosi; i cattolici conservatori). Gelosia sacerdotale.

– Le manifestazioni demoniache nel quadro della pratica omosessuale (testimonianze).

– Dio nella mia vita (testimonianze sull’esperienza dei sacramenti e la gioia di essere cattolici e di conoscere Gesù; testimonianza dei miracoli sensibili che ho vissuto nella mia vita): Gesù prende il posto che gli spetta e io non posso più praticare la mia omosessualità.

– Le persone omosessuali: amici senza pari. Le qualità specifiche delle persone omosessuali.

– Perché l’omosessualità dovrebbe essere la priorità ecclesiale e mondiale? La sfida mondiale ed ecclesiale circa l’omosessualità: perché non è un tema di poco conto ma piuttosto IL tema (a fianco a Gesù) che bisogna trattare? Gli aspri attacchi dei gruppi LGBT contro la Chiesa (sempre più numerosi).

– Perché l’omosessualità continente è la chiave che apre i cuori e lo scudo umano contro gli attacchi anticlericali attuali? (la pedofilia: una copertura per l’omosessualità).

– La bellezza, la forza e l’umorismo insolente della comunità omosessuale continente.

– Qual è la differenza tra « castità », « astinenza » e « continenza »? Come giungere a vivere la continenza? Quali sono i percorsi concreti da proporre a una persona durevolmente omosessuale per entrare a far parte dell’apostolato dell’omosessualità continente?

– È un bene proporre una pastorale specifica? Un’oblazione? Non c’è il rischio di vincolare la persona alla sua tendenza?

– Come fermare la dipendenza da masturbazione e pornografia?

– Omosessuale ma continente: chi ci può fermare?
 
 
 

N.B. : Tavole di definizioni.